Visualizzazione post con etichetta ferrovie italiane. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta ferrovie italiane. Mostra tutti i post

POST MARO`: Italia assistera` le Ferrovie indiane per la sicurezza, un compito ciclopico

Trivandrum (Kerala) - 4 febbraio 2017

   Eppur si muove. Qualcosa finalmente si muove nelle relazioni tra India e Italia congelate da circa 5 anni a causa della nota vicenda dei maro`.
   Le Ferrovie dello Stato hanno fatto un colpo grosso firmando un memorandum di intesa con le Ferrovie indiane nel settore della sicurezza (questo e` il comunicato). Anche se e` solo un MoU, che dovra` poi concretizzarsi in futuro, si tratta di un notevole successo  per la partecipata dello Stato italiano.
    Basta ricordare che le Ferrovie indiane: 1) sono  tra  le piu` grandi al mondo per chilometri di binari e per numero di passeggeri, 22 milioni al giorno. 2) per via del loro pessimo stato di manutenzione e di segnaletica, hanno un record spaventoso di incidenti. Il 2016  poi e` stato un `annus horribilis` con circa 150 vittime del frontale del treno Patna-Indore. E` proprio dopo questa tragedia che il ministro delle Ferrovie ha deciso di avvalersi di consulenti stranieri per migliorare la sicurezza.
    Insomma di lavoro ce n`e` parecchio. Anzi, non invidio gli ingegneri italiani che dovranno fare una valutazione dello stato della rete ferroviaria indiana, una impresa a dir poco ciclopica .
    Un altro importante MoU e` stato firmato da Italferr, il braccio ingegneristico, in cui si prevede tra l`altro la progettazione di un ponte di 750 metri con una arcata centrale sospesa di 200 metri nello Stato himalayano di Jammu e Kashmir, dove e` in corso la costruzione della Ferrovia che colleghera`la `ribelle`  Srinagar con il resto del Paese .