Visualizzazione post con etichetta Milkha Singh. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Milkha Singh. Mostra tutti i post

FILM/Bhaag Milkha Bhaag, il ''sikh volante'' corrotto da una bionda


New Delhi, 14 luglio 2013

   Sono andata a vedere Bhaag Milkha Bhaag, la storia del ‘’sikh volante’’ Milkha Singh, uno dei rari campioni di atletica indiano. Il film e’ stato definito un capolavoro di Bollywood e di fatti lo e’ con le sue tre ore di saga dedicata all’eroe nazionale che ha una straordinaria storia personale. Il regista e’ uno di quelli bravi, Rajesh Omprakash Mehra, che aveva fatto Rang De Basanti (2006) dove denunciava gia’ allora la corruzione dei politici.
  Questo suo nuovo film, che dopo due giorni e’ gia’ campione di incassi, e’ basato sulla storia vera di Milkha Singh, intrecciata con quella del Pakistan dove e’ nato. La famiglia e’ stata sterminata durante la Spartizione tra i due Paesi, ma lui che era ancora bambino scappa in India. Si arruola poi nell’esercito e li’ entra nel team olimpionico nazionale dopo aver battuto il record nazionale sui 400. E’ una storia patriottica, che esalta i valori della disciplina e dedizione, con balletti e tutto il melodramma bollywoodiano. Ma lo si sa. O prendere o lasciare, sono fatti cosi.
    Pero’ va dato atto che la fotografia e’ bellissima, in particolare le scene in Ladakh dove si allena. Straordinario poi l’attore Farhan Akhtar, che e’ riuscito a creare una somiglianza impressionante con il reale personaggio che interpreta.
   Ma c’e’ una cosa che mi ha disturbato, la bionda australiana che a Melbourne si infila nel letto dell’atleta indiano prima della gara (che poi perde). Mah...sara’ vero? Non me lo vedo un militare sikh alla sua prima trasferta all’estero (si vede prima la goffaggine di quando e’ a bordo dell’Indian Airlines con la squadra olimpica) trasformarsi in un seduttore alla Mickey Rourke con scene di sesso bollente. Ma queste sono cose che sa soltanto il 77enne Singh...bisogna chiedere a lui se il regista ha esagerato...Fatto sta che pero’ che la bionda viene vista come ‘’corruttrice’’ e dopo essersi schiaffeggiato davanti allo specchio del bagno dopo la sconfitta, Milkha non avra’ piu’ donne. Una seconda ‘sirena’ che vuole ammaliare il nostro eroe, una nuotatrice, viene respinta senza troppe cerimonie. Il vecchio cliche’ della incompatibilita’ tra sesso e sport?