Visualizzazione post con etichetta germania. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta germania. Mostra tutti i post

CANARIE/ Angela Merkel in pensione a La Gomera?

Valle Gran Rey (La Gomera), 8 Dicembre 2021

   Tra le varie ipotesi di buen retiro per la ormai ex cancelliera tedesca Angela Merkel c'e' quella della Gomera, l'isoletta a sud di Tenerife, nelle Canarie Occidentali, famosa per l'alfabeto dei fischi e per essere l'ultima terra toccata da Cristoforo Colombo prima di partire per il suo viaggio verso le Indie nel 1492. La potente leader e' gia' di casa per averci trascorso diverse vacanze pasquali insieme al marito. L'isola inoltre e' una meta molto popolare tra i tedeschi, soprattutto a Valle Gran Rey, sulla costa sud occidentale, al riparo dagli alisei, diventata una enclave tedesca. Quindi non le manchera' la compagnia.

Una cartolina con un fotomontaggio della Merkel  su una bancherella di Valle Gran Rey a La Gomera
Una cartolina con un fotomontaggio della Merkel
 su una bancherella di Valle Gran Rey a La Gomera


  L'associazione tra la Merkel e la Gomera e' cosi' forte che nei negozi si vendono delle cartoline che ritraggono la cancelliera accanto a dei caschi di banane con delle scritte maliziose. Sul mercatino domenicale ne ho trovate una serie con diversi fotomontaggi 'artistici' prodotte da un suo connazionale che vive sull'isola. 

   Sono andata a cercare l'ultima volta che la Merkel e' venuta a La Gomera. Nell'aprile 2018, ho trovato una foto di lei e il marito, il fisico Ulrik Merkel, su un ferry Fred Olsen. Il "Diario de Avisos", il quotidiano locale, racconta che ama praticare il trekking nel parco del Garajonay, le gite in barca e il potaje de berros (zuppa di crescione), e anche che ha come amico un poliziotto di Hermigua, che fa parte della sua scorta. Era la sesta volta che ci veniva per Pasqua da quando sali' al potere nel 2005. Il suo legame con la Gomera risale agli anni Settanta quando molti giovani tedeschi venivano in questa isoletta dell'Atlantico a praticare nudismo (e probabilmente anche altre esperienze in voga all'epoca). Ancora oggi playa del Ingles e' una spiaggia nudista. E chissa' che non ci sia passata anche la giovane studentessa Angela Dorothea Kasner, classe 1954.  

Una cartolina con un fotomontaggio della Merkel
 su una bancherella di Valle Gran Rey a La Gomera

   I gomeresi sono cosi' gelosi che quando la Merkel "tradi'" la Gomera per la mediterranea Ischia, il governatore le scrisse una lettera supplicandola di tornare. Ora si mormora che addirittura voglia comprarsi una casa sull'isola per viverci da pensionata. Certo sarebbe un bel colpo per il turismo che ancora stenta a riprendersi dopo la pandemia.     

 

Yamuna gemellata con Elba, bravi i tedeschi!

Chi poteva avere il coraggio civico di fare una mostra d'arte e dei concerti sulle rive della Yamuna a New Delhi? Soltanto i tedeschi con la loro profonda coscienza ecologica. Il fiume che attraversa la capitale, un affluente del Gange, e' una cloaca dove non c'e' piu' vita da decenni ormai. Sono soltanto liquami in pratica. Le sponde ci sono, per fortuna, ma sono abbandonate. Come e' abbandonato anche un progetto dell'amministrazione locale di fare un parco, chiamato Golden Jubilee Park, vicino a un ponte di ferro costruito dagli inglesi cent'ani fa, che e' anche il' piu' vecchio ponte sulla Yamuna. Una meraviglia dell'ingegneria civile e simbolo della prima industrializzazione che ancora oggi serve sia per auto che per i treni (e' su doppio piano). Ebbene in questo spiazzo, per fortuna non cementificato, il ministro della Cultura tedesco e il Goethe Institute hanno montato una mostra ''Project Y. A Yamuna-Elbe Public Art and Outreach Project'' (vedi qui), che in realta' e' un gemellaggio con il fiume Elba che attravera Amburgo.

Ho passato una piacevole domenica pomeriggio a guardare le installazioni, tra cui una ''terrazza'' panoramica sul fiume, proiezioni sulla vita dei pescatori e altre sculture simboleggianti l'inquinamento e la sofferenza del fiume. Tra gli artisti indiani anche il keralese Gigi Scaria che ha partecipato alla Biennale di Venezia nel padiglione dedicato per la prima volta all'India con un ''Elevator from the Subcontinent''.

Alla sera poi le installazioni si sono illuminate e cosi' anche il ponte di ferro. Se non fosse per i liquami sottostanti e l'odore di fogna...sembrava quasi romantico, come stare al Valentino, sul Po a Torino o sulla Senna a Parigi.