Visualizzazione post con etichetta airtel. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta airtel. Mostra tutti i post

Quando il 'boss' prepara la cena. ll nuovo spot pseudofemminista di Airtel

New Delhi, 28 luglio 2014

Una donna manager, impeccabile nel suo sari, ha convocato due dipendenti nel suo mega ufficio per un lavoro che deve essere fatto in tempi brevissimi.  Uno di loro protesta, ma lei con voce dolce ma inflessibile, dice che non si può rimandare e che devono iniziare subito. Poi li congeda, ma si vede che ha dei sensi di colpa nei confronti di uno in particolare.
Alla fine della giornata, si affaccia nell'ufficio del dipendente che è chino sul computer e lo saluta. Poi esce dall'ufficio e sale in auto.
Arrivata a casa, si mette comoda con un paio di bermuda di jeans e una maglietta, e apre il frigo per preparare la cena.
L'impiegato, sempre inchiodato al suo lavoro, riceve una telefonata. Sul cellulare c'è scritto "WIFE".  Dice seccamente che ha molto lavoro da fare e che ritarderà. Poi riceve  una videochiamata sempre da 'WIFE'. E' a quel punto che si scopre che la sua 'boss' è anche sua moglie. Lei le mostra delle pietanze appena cucinate e gli dice con voce sexy di venire a casa che si raffreddano.  Lui sorride ed è tutto contento. Fine dello spot.

Questa è l'ultima pubblicità televisiva di Airtel (vedi qui). L'idea era carina perchè per la prima volta il boss è donna, però poi tutto il femminismo evapora sui vapori delle pietanze appena cotte.
Come dire, le donne fanno i manager, ma poi alla fine devono preparare la cenetta per i mariti e, per di più, si sentono anche in colpa. Non sembra così? A meno che - visto che lui è un gran pezzo d'uomo - lei in realtà non pensasse a qualcos'altro oltre alla cena....